Documento senza titolo
     
     
 

 

menu_top_default

Chrome CSS Drop Down Menu


In attesa dell'Ospedale montano
ATTUALITA' - L'ERBA DEL VICINO

2.comunita_montana_dell_aniene.jpgCOMUNITA' MONTANA DELL'ANIENE 
In attesa dell'Ospedale montano 
(NT dicembre 2008)
a.lettera.jpgspettando che l’ospedale «Angelucci» acquisisca la denominazione di “Ospedale Montano”, la Comunità Montana dell’Aniene sta muovendo i primi passi perché sia una struttura che risponda al meglio alle esigenze e alle richieste degli utenti. Con delibera di giunta è stata approvata la realizzazione di un’elisuperficie nei pressi dei parcheggi ormai a lavori quasi terminati. L’elisuperficie sarà utilizzabile h24 per il servizio di elisoccorso, si provvederà alla sistemazione generale dell’area esterna al plesso, comprendente la viabilità con la sistemazione di strade di percorrenza interne e le relative opere impiantistiche di illuminazione con l’eventuale rivisitazione del verde pubblico. Gli obiettivi prioritari per l’Ente rimangono quelli di soddisfare le esigenze dell’utenza e di ottimizzare al meglio la qualità dei servizi offerti dal presidio ospedaliero garantendo spazi idonei, anche dal punto di vista della sicurezza, per lo svolgimento delle normali attività non esclusivamente di carattere sanitario. L’elisuperficie segnalata, agibile 24 re al giorno, sarà di diametro 27 metri e realizzata in modo da essere idonea alla partenza ed approdo esclusivo di elicotteri di dimensione massima 18 metri, dotata di sistema antincendio, di sistemi di individuazione e segnalazione visiva, ottica e luminosa verticale ed orizzontale previsti dalla normativa vigente, indicanti al pilota le dimensioni dell’area di approdo e decollo, gli ostacoli, la direzione preferenziale. L’elisuperficie è stata prevista tenendo in considerazione il contesto urbanizzato e la presenza di ostacoli, la valutazione dell’impatto del rumore e degli scarichi del motore. Un passo avanti importante per la vallata tutta – Romanzi durante la seduta di giunta – quello di essere dotati di una pista di atterraggio per elisoccorso. Il Presidio ospedaliero “A. Angelucci” raccoglie un bacino di utenza molto numeroso, e per questo bisogna migliorare e garantire quotidianamente ottimi servizi.
. StampaE-mailPDF